Ambiente & Salute


Home Su

comitati@gianfrancoturis.it - info@gianfrancoturis.it 

 

                 Associazione Medici per l'Ambiente  
                                     ISDE Italia

 

 

II° Giornate Italiane Mediche dell’Ambiente

LA PANDEMIA SILENZIOSA

Inquinamento ambientale e danni alla salute


Arezzo, Hotel Minerva (Via Fiorentina, 4)

29-30 novembre 2007 - 1 dicembre 2007


in collaborazione con SIASS, Regione Toscana e Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Arezzo

Congresso ECM (11 crediti formativi)


Gli effetti sulla salute umana dell’inquinamento ambientale sono acuti e cronici, a carico di tutto l’organismo ma soprattutto dell’apparato respiratorio,cardiocircolatorio e cerebrovascolare. Sono esposti gli abitanti degli aggregati urbani e coloro che vivono in prossimità delle strade con intenso traffico motorizzato e degli insediamenti produttivi. In particolare sono a rischio i bambini, gli anziani e i sofferenti per patologie croniche.

I medici sono i primi testimoni delle ricadute che il danno ambientale provoca sulla salute dei loro assistiti. Gli operatori dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie, tramite la sorveglianza epidemiologica, hanno il compito istituzionale di stimare i rischi alla salute, in termini di morbosità e mortalità, e le loro variazioni nel tempo anche in rapporto ai provvedimenti autorizzativi di emissioni significative nonché a pareri di sanità pubblica. A loro volta, i medici di medicina generale constatano direttamente nei loro ambulatori la diffusione sempre maggiore di patologie anche tumorali e soprattutto l’abbassamento dell’età di incidenza.

I pediatri constatano l’andamento nei bambini – specie se residenti in zone più inquinate o più trafficate - di patologie come l’asma, il raffreddore primaverile, le bronchiti, le broncopolmoniti e soprattutto i tumori.
Gli specialisti, infine, registrano le variazioni delle patologie cronico-degenerative tra cui quelle cardiocircolatorie e respiratorie, che sono le principali cause di mortalità e di ricovero.

Aver registrato le evidenti ricadute del danno ambientale sulla salute pubblica ha posto la classe medica di fronte alla responsabilità di orientare il proprio ruolo professionale, oltre che nei riguardi di obiettivi sociali, verso scelte sempre più decise a favore di uno sviluppo ambientale sostenibile.



Obiettivi

  • Promuovere interventi partecipati volti a migliorare la salute dei cittadini, attraverso i vari settori della medicina, partendo da un’analisi sui danni alla salute dovuti all’inquinamento ambientale;
  • Diffondere i dati relativi ai danni alla salute dovuti all’inquinamento ambientale da utilizzare come strumenti per la pianificazione delle attività;
  • Stimolare la nascita di analoghe iniziative a livello internazionale;
  • Attivare esperienze finalizzate a promuovere interventi integrati di gestione delle problematiche ambiente-salute correlate a partire da quelle segnatamente relative all’inquinamento atmosferico urbano.


Programma preliminare


Giovedì 29 novembre

I SESSIONE: La pandemia silenziosa: la fragilità del bambino

Ore 14.30-18.30
Confronto dibattito tra pubblico ed esperti

Ore 14.30-17.30
Interventi preordinati
 

Ricordo di Lorenzo Tomatis
R. Romizi

Trasformazioni ambientali, climatiche, epidemiche
E. Burgio

Esposizione della popolazione infantile a interferenti endocrini
C. Minoia

Presentazione abstract e poster
Moderatori: B.M. Carlozzo / S. Borgo

Tavola rotonda con dibattito tra esperti

 

Ore 17.30-18.30

Modera ed introduce S. Beccastrini
Venerdì 30 novembre



II SESSIONE: Inquinamento ambientale e salute

Ore 9.00-13.00
Confronto dibattito tra pubblico ed esperti

Ore 9.00-12.00
Interventi preordinati
 

Ambiente e tumori
P. Vineis

Radiazioni non ionizzanti e principio di precauzione
A. Levis

Rifiuti e danni per la salute
F. Balestreri

Epidemiologia, tossicologia, tossicogenomica: valutazione e sottovalutazione del rischio
V. Gennaro


Presentazione abstract e poster
Moderatori: P. Lauriola / R. Bragheri


Tavola rotonda con dibattito tra esperti

Ore 12.00-13.00
Modera ed introduce E. Buiatti




III SESSIONE: Inquinamento atmosferico e danni alla salute


Ore 14.30-18.30
Confronto dibattito tra pubblico ed esperti

Ore 14.30-17.30

Interventi preordinati

Inquinamento urbano: quadro generale
M. Martuzzi

Inquinamento atmosferico: danni per la salute
F. Forastiere

Atopia e ambiente
R. Ronchetti


Presentazione abstract e poster
Moderatori: A. Seniori Costantini / G. Rivezzi

Tavola rotonda con dibattito tra esperti

 

Ore 17.30-18.30
Modera ed introduce A. Corrado


Sabato 1 dicembre

IV SESSIONE: Buone pratiche per la riduzione dell’inquinamento


Ore 9.00-13.00
Confronto dibattito tra pubblico ed esperti

Ore 9.00-12.00
Modera ed introduce M.G. Petronio


Interventi preordinati

Mobilità sostenibile
P. Crosignani

Gestione rifiuti
P. Gentilini

Presentazione abstract e poster
Moderatori: D. Scala / A. Faggioli


Tavola rotonda con dibattito tra esperti
Ore 12.00-13.00

Modera ed introduce F. Bianchi

Questionari di verifica ECM
 

Ore 13.00-13.15


Membri del Comitato Scientifico del Congresso

Balestreri Federico, Beccastrini Stefano, Benato Maurizio, Bianchi Fabrizio, Borgo Stefania, Bragheri Romano, Burgio Ernesto, Buiatti Eva, Cori Liliana, Corrado Antonio, Crosignani Paolo, Faggioli Antonio, Forastiere Francesco, Gennaro Valerio, Gensini Gianfranco, Gentilini Patrizia, Lauriola Paolo, Petronio Maria Grazia, Rivezzi Gaetano, Scala Danila, Terracini Benedetto, Vineis Paolo.


Segreteria Scientifica e organizzativa:
Associazione Medici per l’Ambiente - ISDE Italia
Via della Fioraia, 17/19 - 52100 Arezzo - Tel. 0575/22256 – Fax. 0575/28676
E-mail: isde@ats.it - http://www.isde.it


Addetto stampa:
Mary Attento
e-mail: m.atten@tin.it
Tel. 340/7676184